Cittadini americani residenti all’estero e dichiarazione dei redditi negli USA.

26
Novembre 2019
  • DI: italiancpafirms
  • ETICHETTA: USA
  • 01 COMMENTO

Sono in molti i cittadini americani che risiedono all’estero, convinti che non sia necessario presentare la dichiarazione dei redditi negli Usa.

Purtroppo in svariati casi non è così.

Nel sistema americano di tassazione dei redditi gli individui devono dichiarare i propri redditi annuali indipendentemente dal luogo in cui vivono e da dove tali redditi siano prodotti.

Secondo l’IRS (Internal Revenue Service) i cittadini americani che risiedono all’estero sono spesso tenuti a dichiarare i redditi allo stesso modo rispetto a chi risiede negli Usa ed esistono vari requisiti utilizzati per determinare l’obbligatorietà o meno.

Gli Usa stanno investendo molte risorse per cercare di contrastare questo tipo di evasione e avere un’idea ben chiara dei cittadini che vivono all’estero e che non stanno dichiarando i redditi.

Tramite il FBAR (foreign bank account report) e il FATCA (foreign asset compliance act) , le persone e le istituzioni finanziarie straniere che gestiscono i loro conti, devono obbligatoriamente dichiarare al governo americano tutte le informazioni relative al patrimonio finanziario e al lato pratico gli Usa hanno siglato accordi per lo scambio di informazioni con parecchi stati.

La tecnologia e l’era di internet facilita notevolmente il compito.

Quando un cittadino americano non è in regola con l’IRS e viene scoperto, può ricevere una notifica dalla propria banca che lo informa che i conti sono stati bloccati. Oppure può trattarsi di una notifica di accertamento direttamente dall’IRS.

Quali altre conseguenze può aspettarsi il cittadino americano non in regola con le dichiarazioni dei redditi in madre patria?

  • Accertamenti fiscali.
  • Sanzioni penali e civili con interessi sugli arretrati.
  • Blocco dei trasferimenti in denaro.
  • Perdita del passaporto, che gli può essere revocato, oppure non rinnovato.
  • In casi estremi perfino l’arresto e la reclusione.

Alla luce di tutto questo, ribadiamo ancora una volta l’importanza di verificare se si è in regola e in caso negativo, provvedere immediatamente a sanare la propria posizione.

Per chi vive all’estero la dichiarazione dei redditi individuale può risultare più complessa per via di deduzioni e requisiti addizionali ma la consulenza di un commercialista internazionale specializzato in questo, vi metterà al riparo da sorprese e renderà le cose più semplici.

Potete approfondire l’argomento con questo nostro articolo pubblicato tempo fa.

Il nostro studio vanta una grande esperienza in questo campo e può aiutarvi a verificare la vostra situazione ed eventualmente correre ai ripari, identificando opzioni per eliminare o ridurre le sanzioni sulle precedenti dichiarazioni omesse.

Una consulenza specializzata contribuisce a ridurre al minimo le tasse dovute, beneficiando delle detrazioni fiscali e dei crediti disponibili ai cittadini americani residenti all’estero.

Contattateci, saremo felici di potervi aiutare.

Categories: Novità

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

tets:
comment
© Copyright 2019 italiancpafirms | Tutti i diritti riservati.