Piccolo Vademecum dei Pagamenti Internazionali Published by italiancpafirms on ottobre 26, 2016

26
Novembre 2019
  • DI: italiancpafirms
  • ETICHETTA: Internazionali
  • 01 COMMENTO

Come abbiamo accennato in un precedente articolo sull’internazionalizzazione della propria impresa, se una piccola o media impresa volesse cogliere l’opportunità di aumentare la propria quota di fatturato all’estero, non sarebbe sicuramente un’operazione semplice. 
Si tratta di una scelta che deve essere effettuata considerando attentamente i vari aspetti legislativi e contrattualistici, differenti da paese a paese.
Con l’intento di potervi aiutare nella scelta che più si possa adattare al vostro caso riportiamo qui di seguito

i principali metodi di pagamento nel commercio internazionale riconosciuti dalla International Trade Administration.

  • Pagamento anticipato
    Si verifica quando un acquirente (l’importatore) invia il pagamento nella valuta concordata e attraverso il supporto concordato col venditore prima che il prodotto venga fabbricato e/o spedito. Una volta ricevuto il pagamento il venditore (l’esportatore) invia le merci e la documentazione  necessaria direttamente al compratore.
  • Conto aperto
    Questo tipo di pagamento si verifica quando il venditore spedisce la merce e la documentazione (commerciale e del trasporto) direttamente ad un acquirente che si impegna a pagare la fattura di un venditore in una data futura (di solito da 30 a 90 giorni).
  • Pagamento in Deposito
    il venditore non riceve il pagamento fino a quando l’ importatore non abbia venduto o rivenduto tutta la merce. Il prodotto, quindi, resta nelle mani dell’importatore fino a quando tutte le condizioni di vendita non siano state soddisfatte.
  • Incasso Documentario
    Si tratta di un’operazione con la quale l’esportatore affida l’incasso di un pagamento alla propria banca (trasmittente) la quale si occuperà di inviare la documentazione commerciale relativa alla merce (fattura, documenti di spedizione) alla banca dell’importatore (banca presentatrice), insieme alle istruzioni per il pagamento.
Una volta ricevuta la richiesta di pagamento, il compratore verrà sollecitato dal proprio istituto di credito ad effettuare il pagamento.
La stessa documentazione verrà quindi nuovamente utilizzata per sbloccare le varie pratiche doganali una volta ricevuta la merce.
  • Lettera di Credito
    È la più comune tra le forme di pagamento utilizzate per progetti e commesse di grosso e medio taglio nelle transazioni estere nelle aree europee, in Canada e negli USA poiché offre una garanzia emessa direttamente dalle banche, quindi indipendente dal venditore-compratore.
    Nello specifico, la Lettera di Credito viene emessa da un ente finanziario sotto le direttive dell’importatore che si impegna a pagare l’esportatore (attraverso la sua banca) al momento della presentazione dei documenti di spedizione, ad esempio: fattura commerciale, documento di trasporto, eventuali certificati d’origine, d’assicurazione, polizza di carico o lettera di vettura aerea.  Clausola fondamentale è che i documenti rispettino totalmente i termini e le condizioni stabiliti nella lettera di credito.
    In caso di Lettera di Credito irrevocabile, è fondamentale che il venditore in fase di emissione dia delle chiare linee guida al compratore sulla redazione della stessa, per specificare al meglio le condizioni e i supporti di pagamento che verranno applicati.
    L’esportatore, inoltre, ha anche la possibilità di chiedere conferma dell’emissione della Lettera di Credito alla banca dell’acquirente.

Precauzioni da adottare

È indubbio che i diversi metodi di pagamento presentino diversi livelli di rischio per una parte piuttosto che per l’altra.
 Il consiglio, quindi, che ci sentiamo di dare è di tenere sempre a mente che affidarsi ad un solido sistema bancario è l’unica maniera per essere sempre in grado di monitorare la situazione e minimizzare i rischi da entrambe le parti.
Questa classificazione dei metodi di pagamento internazionali, inoltre, non è assoluta: è importante  sapere che possono essere combinati tra di loro in molti modi, così da ridurre qualunque rischio per tutti gli attori coinvolti.
Se doveste aver bisogno di approfondire ulteriormente la questione contattate i nostri studi e saremo lieti di aiutarvi.
Fonti: International Trade Administration, International Trade Finance GuideThe World Bank 

Categories: Novità

© Copyright 2019 italiancpafirms | Tutti i diritti riservati.